Borgo Futuro

Sabato 6 e domenica 7 luglio sono stato a Ripe San Ginesio, un piccolo borgo in provincia di Macerata. Vi propongo una breve Intervista al sindaco di Ripe San Ginesio, Paolo Teodori. Il primo cittadino del comune più virtuoso d’italia, con il 50% dell’energia elettrica garantito da un impianto fotovoltaico, oltre l’80% di raccolta differenziata , luci a Led anche al cimitero, riqualificazione energetica per palasport, asilo e scuole, ci spiega che in fondo basta poco per migliorare stile di vita e conti pubblici.

Generazione distribuita, la lotta entra nel vivo

Lo scontro tra generazione diffusa e centralizzata sta entrando nel vivo. Il Governo pensa di reperire le risorse necessarie al capacity payment, o market come l’hanno ribattezzato adesso, in favore del termoelettrico tramite gli introiti derivanti dall’estensione degli oneri di sistema alla generazione distribuita. Un’assurdità, almeno nei ternimi suggeriti da Assoelettrica e presi in considerazione dal nuovo ministro allo Sviluppo Economico. Flavio Zanonato in questo sembra perfettamente in linea con il predecessore Passera.

A pagina 1 di Quotidiano Energia del 28 giugno scorso si legge: “E’ una delle ipotesi alle quali staimo lavorando” – ha detto il ministro a margine della relazione di Assoelettrica.

Anche Obama non rispetta i patti

Aveva promesso che entro l’estate la Casa Bianca sarebbe stata dotata di un impianto fotovoltaico e solare termico! L’estate è iniziata, ma non c’è traccia di pannelli nella dimora più famosa di Washington.

Neppure Barack Obama riesce a mantenere le promesse, neppure quelle con un alto valore simbolico. L’aspetto più sconcertante, tuttavia, è nella giustificazione ufficiale riportata nel blog del dipartimento dell’energia. La colpa dell’allungamento dei tempi sarebbe nell’eccessiva burocrazia: “I tempi non riusciranno ad essere rispettati per colpa delle procedure burocratiche”, si legge. Ridono,  per non piangere, gli ambientalisti d’oltreoceano, delusi dalle tante promesse non mantenute dal Presidente sul tema dell’ambiente.

 

Le tariffe per il 2011/2013

Il 24 Agosto 2010 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico che regolerà le tariffe incentivanti da riconoscere alla produzione di energia elettrica ottenuta da impianti fotovoltaici che entreranno in servizio nel triennio 2011-2013.

Il Conto Energia 2007/2010 sarà in vigore fino a fine 2010 e – ai sensi della legge 129/2010 recentemente approvata – si applicherà, alle condizioni indicate dalla legge, anche agli impianti realizzati entro la fine dell’anno che entreranno in servizio entro il 30 giugno 2011. Continua a leggere

Il Conto energia 2010

Il Conto Energia rappresenta la migliore opportunità d’investimento in Italia nelle fonti rinnovabili di energia.

Nella tabella sono indicate le tariffe incentivanti 2010 corrisposte dal GSE al produttore di energia elettrica solare fotovoltaica che aderisca al Conto Energia.

Potenza Impianto Non integrati / terra Parzialmente Integrati Integrati
Da 1 a 3 kWp 0,384 0,422 0,470
Da 3 a 20kWp 0,365 0,403 0,442
Maggiore di 20 kWp 0,346 0,384 0,422

Il riconoscimento della tariffa incentivante in Conto Energia è garantito 20 anni per legge.