Appello di Energia Felice al governo Letta

Mario Agostinelli e il movimento Energia Felice stanno raccogliendo le firme per presentare una petizione al governo in merito alla SEN (Strategia Energetica Nazionale). Mi sembra ben strutturata e l’ho firmata. I punti principali sono: “Chiediamo quindi che il Governo Letta non dia corso a questa SEN e che invece vari una strategia energetica di transizione, che in sintonia con le scelte europee, sostenga:
• alt al carbone e alle trivellazioni per il petrolio,
• no alla proliferazione di rigassificatori e depositi del gas,
• un piano per la ricerca, a partire da quella pubblica, nei settori energetici più avanzati,
• un piano industriale realistico per l’attuazione dei tre 20% e degli obiettivi della road map UE al 2030 in raccordo con i Piani energetici di cui, almeno alcune Regioni si sono già da tempo dotate e con una capacità di coordinamento dei PAES comunali”.
Sarebbe importante avere anche il vostro consenso

qui trovate il testo completo

questo, invece, è l’elenco dei primi firmatari

L’Italia che cambia

Al 4° Festival dell’informazione Indipendente, che si è svolto il 22 e 23 giugno ad Arco in provincia di Trento, ho conosciuto Daniel Tarozzi, giornalista e direttore responsabile del giornale online ilcambiamentento.it. Daniel ha appena terminato di scrivere un libro per raccontare il viaggio durato 7 mesi e 7 giorni per tutta Italaia alla ricerca di chi non si accontenta di parlare di cambiare stile di vita, mentalità e punti di riferimento, ma sta concretamente sviluppando modelli virtuosi sostenibili. In attesa di leggere il suo racconto (dovrebbe essere pubblicato a settembre), mi sono fatto raccontare alcune impressioni.

Anche Obama non rispetta i patti

Aveva promesso che entro l’estate la Casa Bianca sarebbe stata dotata di un impianto fotovoltaico e solare termico! L’estate è iniziata, ma non c’è traccia di pannelli nella dimora più famosa di Washington.

Neppure Barack Obama riesce a mantenere le promesse, neppure quelle con un alto valore simbolico. L’aspetto più sconcertante, tuttavia, è nella giustificazione ufficiale riportata nel blog del dipartimento dell’energia. La colpa dell’allungamento dei tempi sarebbe nell’eccessiva burocrazia: “I tempi non riusciranno ad essere rispettati per colpa delle procedure burocratiche”, si legge. Ridono,  per non piangere, gli ambientalisti d’oltreoceano, delusi dalle tante promesse non mantenute dal Presidente sul tema dell’ambiente.

 

Le tariffe per il 2011/2013

Il 24 Agosto 2010 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico che regolerà le tariffe incentivanti da riconoscere alla produzione di energia elettrica ottenuta da impianti fotovoltaici che entreranno in servizio nel triennio 2011-2013.

Il Conto Energia 2007/2010 sarà in vigore fino a fine 2010 e – ai sensi della legge 129/2010 recentemente approvata – si applicherà, alle condizioni indicate dalla legge, anche agli impianti realizzati entro la fine dell’anno che entreranno in servizio entro il 30 giugno 2011. Continua a leggere

Il Conto energia 2010

Il Conto Energia rappresenta la migliore opportunità d’investimento in Italia nelle fonti rinnovabili di energia.

Nella tabella sono indicate le tariffe incentivanti 2010 corrisposte dal GSE al produttore di energia elettrica solare fotovoltaica che aderisca al Conto Energia.

Potenza Impianto Non integrati / terra Parzialmente Integrati Integrati
Da 1 a 3 kWp 0,384 0,422 0,470
Da 3 a 20kWp 0,365 0,403 0,442
Maggiore di 20 kWp 0,346 0,384 0,422

Il riconoscimento della tariffa incentivante in Conto Energia è garantito 20 anni per legge.